Skip to main content

Autore: itria

Nasce una nuova azienda sementiera globale

La nuova società beneficerà di importanti sinergie e competenze uniche nell’ambito di R&S, le quali ne accelereranno rapidamente la crescita nei mercati ortofrutticoli internazionali.

Acquisizione e fusione per un valore di oltre 60 milioni di dollari

Nasce una nuova azienda sementiera globale
  • Zion Cohen e il Dr. Fabi Vidavsky | Foto: Aharon Gedalia

  • Boaz Fibishevich e Hannah Selvirt | Foto: Aharon Gedalia

  • Hagai Stedler e Israel Schlisser | Foto: Dana Friedlander

  • Ofer Ben Zvi, CEO | Foto: Aharon Gedalia

Un importante fondo di private equity israeliano, AP Partners Fund e la banca d’investimento Discount Capital hanno acquisito due società sementiere (Nirit Seeds e TomaTech), per un valore di oltre 60 milioni di dollari. Le due imprese oggetto d’acquisto sono specializzate nello sviluppo di sementi orticole, prevalentemente pomodori. 

L’obiettivo dell’operazione è quello di fonderle e creare la più grande azienda israeliana di sementi per la coltivazione di ortaggi. La nuova società beneficerà di importanti sinergie e competenze uniche nell’ambito di R&S, le quali ne accelereranno rapidamente la crescita nei mercati ortofrutticoli internazionali.

A seguito della fusione, il personale supererà gli 80 dipendenti a livello globale, e comprenderà biologi molecolari, breeders, agronomi, esperti di vendita, tra gli altri. La nuova società continuerà le proprie attività di breeding in Israele, Spagna, Messico e Italia, e si espanderà in modo significativo nei Paesi Bassi e Nord America, con un focus specifico sulle serre ad alta tecnologia, rafforzando i propri canali di vendita in tali regioni e stabilendo nuovi circuiti di commercializzazione in altre aree geografiche.

Il team manageriale

Ofer Ben Zvi sarà il nuovo CEO della società risultante dalla fusione e Hagai Stadler, Socio Dirigente di AP Partners, presiederà il Consiglio di Amministrazione. Il team manageriale di alto profilo comprenderà anche il Dr. Shay Leviatov (VP R&D), Yoram Pachiuk (VP Sales and Business Development), Paul Van Dijk (VP Sales North EU e NAFTA) e il Dr. Boaz Kaplan (Chief Scientist).

Ofer Ben Zvi, CEO, ha dichiarato: “L’integrazione dei rispettivi Team d’eccellenza, le nostre avanzate tecniche di breeding e potenzialità genetiche e i canali di distribuzione a livello mondiale ci permetteranno di posizionare la società nata dalla fusione in prima linea nel settore delle sementi. Intendiamo sfruttare le tecnologie genetiche avanzate e le sinergie delle due aziende per accelerare la crescita. Crediamo fermamente che la nuova società fornirà prodotti migliori, secondo i più elevati standard di servizio e di una qualità senza compromessi, guadagnando una posizione d’avanguardia nell’industria delle sementi. Siamo grati ai clienti e ai fornitori di entrambe le aziende per la loro fiducia e supporto a lungo termine, che apprezziamo molto”.

Sfide e opportunità

Hagai Stadler, Socio Dirigente di AP Partners e Presidente del CdA, ha aggiunto: “L’industria del fresco dovrà affrontare cambiamenti significativi nei prossimi anni. Nuove tecnologie di coltivazione, robotica e automazione, cambiamenti climatici globali e la ricerca di sapori, forme e colori unici, creano notevoli opportunità per un breeding innovativo, agile e ambizioso. Siamo fiduciosi che, attraverso la crescita organica e ulteriori fusioni e acquisizioni, la nuova azienda diventerà un player dominante in questo mercato, e una delle più innovative e interessanti aziende sementiere in tutto il mondo”.

Il VP R&D Shai Leviatov ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è quello di creare un centro innovativo d’eccellenza, con conoscenze e tecnologie di breeding all’avanguardia. Supportati da un team di professionisti esperti, abbiamo intenzione di accelerare il processo di breeding, sfruttando il grande potenziale del germoplasma diversificato delle due aziende, nonché le competenze uniche nel campo della biologia molecolare, per inserirci in nuovi segmenti e per dare una risposta migliore alle esigenze dei futuri clienti.”

Nirit, TomaTech & Ap Partners

Nirit Seeds è uno degli sviluppatori di maggior successo di semi di pomodoro e peperoni venduti nei mercati internazionali. Negli ultimi anni, l’azienda ha investito significativamente nello sviluppo e nella commercializzazione di marcatori genetici proprietari rivoluzionari, che sfruttano risorse genetiche avanzate. Fondata 30 anni fa da Baruch Yogev, Boaz Faivisevitch e Hana Slabbaert, Nirit esporta le sue sementi in oltre 50 Paesi attraverso canali di distribuzione di lunga data e le sue tre filiali in Spagna, Italia e Messico. Nirit impiega circa 50 dipendenti in Israele e nel mondo. A seguito della fusione, Hana e Boaz continueranno a essere presenti nella società in qualità di consulenti senior del CdA.

Fondata circa 20 anni fa dal Dr. Favi Vidavski e da Zion Cohen, TomaTech è una delle principali aziende sviluppatrici di semi di pomodoro di Israele. Si concentra sullo sviluppo di varietà di pomodoro premium, innovative e di qualità, per i mercati occidentali. Dopo la fusione, Favi Vidavski continuerà a intrattenere consultazioni con l’azienda. TomaTech ha recentemente annunciato importanti progressi nello sviluppo di varietà resistenti al ToBRFV, un virus che danneggia le colture di pomodoro in tutto il mondo, e sono in corso piani di commercializzazione delle varietà resistenti al ToBRFV nel prossimo futuro. L’azienda esporta i propri prodotti in oltre 20 Paesi in tutto il mondo tramite la propria filiale spagnola e attualmente impiega circa 30 persone in Israele, Spagna, Italia, Stati Uniti e Paesi Bassi.

Fondato nel 2018 da Samuel Vlodinger, Hagai Stadler, Israel Shliser e Eyal Hevroni, AP Partners Fund è uno dei fondi di Private Equity di maggior successo in Israele, orientato alle piccole e medie imprese con elevate prospettive di crescita a livello internazionale. Tra le sue società in portafoglio sono pubblicamente quotate: TopGum, azienda specializzata nella produzione di gomme alimentari per player internazionali del settore alimentare, farmaceutico e di integratori alimentari; Enerpoint, società produttrice di sistemi ad energia solare; e la società sport-tech BlazePod. Il fondo gestisce un patrimonio di 150 milioni di dollari. 

Il mercato di sementi orticole in cifre

L’industria delle sementi agricole è uno dei settori più avanzati e tecnologici di Israele. Secondo la Seeds Division della Federation of Israeli Chambers of Commerce, le esportazioni di sementi da Israele generano entrate annuali pari a 200 milioni di dollari. Ci sono circa 25 grandi e medie imprese nel settore locale.

Secondo ricerche di mercato, l’industria globale dei semi vegetali è valutata a 8 miliardi di dollari l’anno e cresce a un tasso di crescita medio annuo dell’8%. Il mercato dei semi di pomodoro registra un fatturato annuo di 2,5 miliardi di dollari, pari a un terzo del mercato complessivo delle sementi orticole. Tale mercato è, d’altro canto, in rapida trasformazione, grazie all’introduzione di tecnologie innovative per lo sviluppo e i processi di coltivazione (serre industriali, coltivazione verticale e altro), i cambiamenti climatici e i cambiamenti delle preferenze dei consumatori verso prodotti differenziati e gustosi, che hanno un impatto significativo sull’intera catena del valore.

Related content

External Resources


Tutti gli eventi

Vai ai prodotti

Tutte le notizie

Continua a leggere

Una Collezione Premium di 6 eccezionali varietà a marchio firmate TomaTech

La migliore collezione TomaTech composta da sei eccezionali brands che offrono un'esperienza gastronomica unica. Ogni marchio Harmony è una composizione unica e accattivante di sapore, colore, consistenza, dimensioni e forma.

Continua a leggere

Pomodoro fuori suolo: alta densità, una efficace strategia per superare le difficoltà della stagione calda

Montanarella ha condiviso in pieno la scelta di coltivare il Tomelody a cui però ha voluto dare una impostazione un po' fuori dai canoni e sembra che i risultati sino ad ora ottenuti gli stiano dando ragione.

Continua a leggere

Massima sinergia per trovare rapidamente una soluzione al ToBRFV

Santo Zara, uno dei soci fondatori della neonata cooperativa Pacò (Pachino, SR), sottolinea l’importanza di integrare alla propria strategia commerciale una strategia produttiva fondata su una genetica d’eccellenza, unica soluzione efficace per contrastare le fitopatie più aggressive attualmente in circolazione.

Continua a leggere

Fruit Logistica 2020

Abbiamo partecipato per il terzo anno consecutivo, ampliando lo spazio del nostro stand e testando una nuova posizione al piano terra. Quest'anno abbiamo presentato alcune delle nostre migliori novità varietali, nonchè intere nuove collezioni come Flavor Mates, la nostra nuova collezione di cocktail ad elevato sapore, colore, aroma e grado Brix.

Continua a leggere

Pom Sweet Candy: una varietà di pomodoro che si adatta a tutti gli areali d’Europa

"Una varietà con questo patrimonio genetico, se coltivata adeguatamente, riesce a mantenere sufficientemente alta la resa e invariate le proprietà organolettiche, anche sotto condizioni metereologiche avverse."

Continua a leggere

Breeding di ultima generazione al servizio dei produttori di pomodoro

Si è da poco concluso il convegno “Tracciabilità nella filiera del pomodoro: uno strumento per una produzione di qualità” (Vittoria, RG). Un evento partecipato, ricco di contenuti e prospettive, creato con l’obiettivo di individuare una strategia comune nella tracciabilità della filiera del pomodoro e nella lotta contro il ToBRFV. Al centro del dibattito anche il tema della sostenibilità, argomento sempre più caro ai consumatori.

Continua a leggere

  • 1
  • 2